martedì, Aprile 23, 2024

Coronavirus: in Toscana 278 nuovi casi e nessun decesso

I PIU' LETTI

Sono 278 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ventiquattro ore in Toscana: 46 sono stati confermati con tampone molecolare e gli altri 232 con test rapido.

Il numero dei contagiati rilevati nella regione dall’inizio della pandemia sale dunque a 1.581.670. I nuovi casi sono lo 0,02% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% (1.965 persone) e raggiungono quota 1.511.736 (95,6% dei casi totali).

I dati, relativi all’andamento della pandemia, sono quelli accertati oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale.

Al momento in Toscana risultano pertanto 58.466 positivi, -2,8% rispetto a ieri. Di questi 233 (9 in più rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale: 8 (1 in più) si trovano in terapia intensiva.

Oggi non si registrano nuovi decessi.

Dall’ultimo bollettino quotidiano sono stati eseguiti 365 tamponi molecolari e 3.104 tamponi antigenici rapidi: di questi l’8% è risultato positivo. Sono invece 457 i soggetti testati, escludendo i tamponi di controllo: il 60,8% di questi è risultato positivo.

L’andamento per provincia

Con gli ultimi casi salgono a 423.383 i positivi dall’inizio dell’emergenza nei comuni della Città metropolitana di Firenze (67 in più rispetto a ieri), 103.184 in provincia di Prato (19 in più), 122.931 a Pistoia (16 in più), 82.966 a Massa Carrara (16 in più), 172.570 a Lucca (29 in più), 185.031 a Pisa (32 in più), 146.024 a Livorno (26 in più), 142.785 ad Arezzo (28 in più), 113.025 a Siena (25 in più) e 88.522 a Grosseto (16 in più). A questi vanno aggiunti 569 casi di positività notificati in Toscana ma che riguardano residenti in altre regioni.

La Toscana ha circa 43.177 casi complessivi ogni 100.000 abitanti dall’inizio della pandemia (tra residenti e non residenti). Al momento la provincia di notifica con il tasso più alto é Lucca (con 45.121 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da Livorno (44.620) e Pisa (44.368). La più bassa concentrazione si riscontra a Prato (con un tasso di 39.975).

In 58.233 sono in isolamento a casa, perché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (1.696 in meno rispetto a ieri, meno 2,8%).

I 1.511.736 guariti registrati a oggi lo sono a tutti gli effetti, da un punto di vista virale, certificati con tampone negativo.

I decessi

Oggi non si registrano nuovi decessi.

Restano quindi 11.468 i deceduti dall’inizio dell’epidemia: 3.645 nella Città metropolitana di Firenze, 941 in provincia di Prato, 1.028 a Pistoia, 715 a Massa Carrara, 1.063 a Lucca, 1.278 a Pisa, 859 a Livorno, 730 ad Arezzo, 624 a Siena, 418 a Grosseto. Vanno aggiunte 167 persone decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità per Covid-19 (numero di deceduti/popolazione residente) è al momento 313,1 ogni 100 mila residenti. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (379,3 ogni 100 mila abitanti), seguita da Firenze (369,2 x100.000) e Prato (364,6 x100.000), mentre il più basso è a Grosseto (192,6 x100.000).

ULTIM'ORA

L’artigianalità e la riscoperta della bellezza con la formazione giovani

“Sostenibilità, artigianalità e umanità. Sono queste le parole che caratterizzano maggiormente la sfida più grande che oggi hanno i territori interni della nostra regione e dell’Italia, che possano dare l’esempio al mondo di come le cose belle e uniche si possono creare solo attraverso le mani sapienti dell’essere umano”. Con queste parole Denise Vangelisti parla del progetto attivato all’interno dell’azienda Freschi&Vangelisti sul fronte dell’artigianalità e sulla formazione di figure interne su tecniche antichissime di lavorazione dei metalli che sono quasi in via di estinzione come il micro mosaico e lo smalto a fuoco. Alcune ragazze che lavorano in azienda hanno […]

More Articles Like This