venerdì, Luglio 19, 2024

La motonave affonda: salvataggio per 76 passeggeri al largo di Grado

I PIU' LETTI

Doveva essere una giornata spensierata, ma la gita in barca da Trieste a Grado, per i passeggeri della Motonave Audace, ha rischiato di avere un finale simile a quello del Titanic. Non era ancora mezzogiorno quando l’imbarcazione, a 5 miglia a largo dalla costa, ha iniziato a riempirsi di acqua, rischiando di affondare e mettendo in pericolo di vita i 76 passeggeri. La nave ha quindi lanciato il “may day” e l’intervento della rete dei soccorsi ha evitato il peggio: tutti i turisti e il personale a bordo sono stati fatti salire sulle scialuppe di salvataggio in dotazione dell’Audace e portati in salvo.

La Guardia costiera di Trieste fa sapere quindi che è riuscita a raggiungere e trainare al sicuro fino a Grado le zattere di salvataggio sulla quale si sono riparate le 76 persone, tra passeggeri ed equipaggio, della motonave ‘Audace’ che effettua il trasporto pubblico locale di passeggeri tra Trieste e Grado.

La Capitaneria di porto di Trieste spiega che, non appena ricevuta la richiesta di soccorso dell’Audace, ha inviato immediatamente sul posto mezzi navali e un aeromobile. La nave infatti stava imbarcando acqua ed era a rischio di affondamento. Una volta sul posto, i passeggeri avevano già preso posto sulle zattere di salvataggio, e sono quindi state riportate a terra, spaventate ma senza feriti, fa sapere la Guardia costiera.

La rete di soccorso intervenuta per la motonave ‘Audace’, oltre agli uomini della Guardia Costiera dislocati tra Trieste e Lignano Sabbiadoro, ha incluso i vigili del fuoco con elicotteri, il nucleo sommozzatori e la Guardia di finanza. L’Audace è ancora in condizioni di galleggiabilità e ora si stanno predisponendo le operazioni per riportarla a terra. La motonave, varata appena una anno fa, è lunga 22 metri e mezzo e larga 5 metri e mezzo. Può portare 200 persone sedute, 120 nella cabina coperta e 80 nel ponte panoramico.

Fonte
Agenzia DIRE
www.dire.it

ULTIM'ORA

Gli imprenditori casentinesi scrivono all’Assessore regionale Baccelli sui cantieri della SR71

Gli imprenditori casentinesi uniti da undici anni nel progetto di Prospettiva Casentino a favore dei giovani e delle scuole della vallata, si uniscono all’appello dei sindaci Filippo Vagnoli, Federico Lorenzoni e Luca Santini in rappresentanza dei comuni di Bibbiena, Poppi e Pratovecchio Stia. Il gruppo degli imprenditori ha infatti deciso di scrivere a loro volta una lettera all’Assessore regionale Baccelli per chiedere, sulla scia della lettera dei sindaci, una migliore gestione dei cantieri sulla SR71 per evitare disagi primariamente alla popolazione, ma anche alle tante attività produttive della vallata che utilizzano questa importante arteria di collegamento verso il capoluogo provinciale. […]

More Articles Like This