Palazzo Niccolini: il rientro

Lunedì 17 Gennaio 2022 inizierà il rientro di alcuni uffici a Palazzo Niccolini, la casa comunale, da molti anni oggetto di una corposa operazione di miglioramento sismico.

I primi uffici a rientrare in sede saranno i Lavori Pubblici che quindi da lunedì si troveranno già operativi nella sede storica completamente rinnovata anche per coordinare l’imponente trasloco di tutte le unità operative.

Settimana dopo settimana verranno predisposti altri spostamenti di cui giornalmente il comune informerà i cittadini.

Di fatto il cantiere, uno dei più grandi nella storia recente di Bibbiena, è concluso. Rimangono piccoli lavori di rifinitura e pulitura all’interno e all’esterno.

L’Assessore ai lavori Pubblici e Vice Sindaco Matteo Caporali commenta: “Quello di Palazzo Niccolini rappresenta il cantiere più grande e complesso della storia recente di Bibbiena. L’operazione di miglioramento sismico per la quale avevamo ottenuto un finanziamento, è stata fatta su un immobile di pregio del 1300 con tutte le problematiche che questo comporta. L’impegno è stato notevole poiché accanto ai lavori prestabiliti, sono stati fatti tantissimi altri interventi necessari come l’ammodernamento delle reti (dati, elettrica, di calore), la realizzazione di un nuovo archivio. Tutte cose importanti che, tuttavia, hanno preso tempo e risorse ulteriori. Oggi però possiamo dirci soddisfatti della strada fatta, anche se lunga e faticosa poiché abbiamo ridato dignità alla casa dei cittadini e la lasciamo in eredità ai giovani e al futuro”.

Una volta completato tutto il trasloco la nuova sede conterrà tutti gli uffici comunali compresi i Vigili Urbani, la cultura e il sociale.

Gli spazi sono stati riorganizzati in modo tale da ottimizzare il lavoro dei vari uffici e per dare un servizio migliore ai cittadini: i servizi alla persona (anagrafe, sociale, polizia municipale) saranno al piano terra; il secondo piano dedicato completamente alla parte tecnica, manutenzione, lavori pubblici e urbanistica.

Caporali commenta: “La preparazione del trasloco è iniziata un mese fa. Ovviamente le operazioni sono complesse ma iniziamo di fatto a ripopolare la casa comunale. Ringrazio tutti gli uffici e tutti coloro che si sono prodigati per organizzare questo importante rientro. Ripartiamo anche da qui”.