giovedì, Giugno 13, 2024

Proseguono gli appuntamenti speciali per il Centenario della nascita di Ivan Bruschi

I PIU' LETTI

La settimana di eventi organizzati dalla Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca, per celebrare i cento anni dalla nascita dell’illustre antiquario aretino ha preso avvio il 22 settembre, data del compleanno di Bruschi, con il suggestivo concerto del Maestro Bruno Canino, alla presenza del Presidente della Fondazione Bruschi, Renzo Parisotto e del responsabile della Macro Area Territoriale Lazio Toscana e Umbria di UBI Banca, Cristian Fumagalli.

La Fondazione Bruschi celebra con orgoglio l’anniversario di colui che ci permette di ammirare, nel cuore del centro storico di Arezzo, un composito e originale patrimonio artistico” – ha commentato Renzo Parisotto, Presidente della Fondazione Ivan Bruschi. – “All’attività museale in senso stretto abbiamo affiancato negli ultimi anni significativi eventi, quali mostre con partnership importanti con il mondo culturale fiorentino, la Stagione Concertistica Internazionale e attività didattica per le scuole e le famiglie. Penso che in questo saper cogliere tempestivamente le aspettative del mondo esterno stiamo mantenendo viva quella iniziativa imprenditoriale che caratterizzò il Cav. Bruschi”.

In questa occasione speciale, il nuovo Consigliere Delegato di UBI Banca, Gaetano Miccichè, ha inviato un video messaggio di saluto attraverso il quale, dopo aver ribadito la rilevanza dell’attività della Fondazione Bruschi nel panorama culturale, ha confermato l’impegno di tutti i colleghi di UBI e Intesa Sanpaolo per realizzare l’imminente integrazione nel modo più efficiente, mantenendo un’attenzione particolare alle famiglie e al tessuto produttivo dei territori.

Al ricordo della figura di Ivan Bruschi si è unita anche la Presidente del Consiglio di Amministrazione di UBI Banca, Letizia Moratti, che in una lettera inviata alla Fondazione Bruschi ha sottolineato la grande determinazione del gallerista e collezionista aretino, elogiando la crescita nel corso degli anni delle attività della Casa Museo, affermato polo culturale del territorio e fucina di esperienze artistiche a tutto tondo.

A seguito del concerto del Maestro Canino, il programma della Fondazione Bruschi per celebrare la ricorrenza propone nel corso della settimana ulteriori eventi di rilievo.

Il primo appuntamento è previsto giovedì 24 settembre alle ore 17,00, con la conferenza ad ingresso gratuito “I segreti del restauro della Tanagrina”. Interverranno Laura Speranza e Chiara Gabbriellini dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, che presenteranno in modo approfondito i diversi e interessanti aspetti del restauro della bella scultura greca del III sec. a.C., parte della collezione Bruschi.
A concludere l’incontro sarà Mario Iozzo, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Venerdì 25 settembre alle 21,15 si terrà il reading teatrale con ingresso gratuito “Viaggio intorno all’oggetto”, un omaggio a Ivan Bruschi scritto e interpretato da Samuele Boncompagni sulla base della raccolta dei documenti e delle interviste tratte dall’archivio della Fondazione, con la proiezione di foto e video originali dell’epoca.

Sabato 26 settembre alle ore 16,00 è proposta la visita didattica per i bambini tra 5 e 11 anni “1 Museo, 100 anni, 1000 e più storie da scoprire”: un percorso animato da aneddoti e indovinelli, alla scoperta degli oggetti più curiosi collezionati da Bruschi nel corso dei suoi numerosi viaggi. L’ingresso agli eventi è limitato, è quindi consigliata la prenotazione contattando la Fondazione allo 0575 354126 o scrivendo a info@fondazioneivanbruschi.it.

ULTIM'ORA

Perseguita le alunne con frasi a sfondo sessuale: prof sospeso

“Atti persecutori” nei confronti di alcune studentesse di un istituto di istruzione superiore. Ad esercitarli un insegnante 65enne nei confronti del quale i carabinieri della Sezione operativa della compagnia di Agropoli, in provincia di Salerno, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della “sospensione dall’esercizio della professione di insegnante”.  L’ordinanza, spiega una nota a firma del procuratore Vincenzo Palumbo, è stata richiesta dalla procura ed emessa dal gip del Tribunale di Vallo della Lucania. Le indagini sull’insegnante sono state avviate dopo la denuncia delle vittime e hanno permesso ai carabinieri di “ricostruire gli eventi e raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei riguardi dell’indagato che avrebbe assunto comportamenti […]

More Articles Like This