giovedì, Giugno 13, 2024

Coronavirus,7 nuovi casi nell’aretino

I PIU' LETTI

La situazione dalle ore 14 del giorno 4 settembre alle ore 14 del giorno 5 settembre 2020 relativa alla diffusione del COVID, evidenzia nella provincia di Arezzo 7 nuovi casi. I Comuni indicati sono quelli di sorveglianza.

Castelfranco Piandiscó
1 – Uomo di 38 già in isolamento domiciliare, sintomatico – indagine in corso
San Giovanni Valdarno
2 – Uomo 32 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dall’Albania, asintomatico
Laterina Pergine
3 – Uomo di 38 anni, già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, sintomatico
Castiglion Fiorentino
4 – Uomo di 31 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico
Cavriglia
5 – Donna di 75 anni già in isolamento domiciliare, rientrata da Courmayeur, sintomatica
Foiano della Chiana
6 – Uomo di 22 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatico
Ortignano Raggiolo
7 – Bambina di 2 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, sintomatica.

Il Dipartimento di Prevenzione ha intensificato l’attività di tracciamento dei contatti stretti che ha evidenziato, per il momento, 7 contatti per i casi di Arezzo che sono già stati immediatamente posti in isolamento.
Al momento nella Asl Toscana sud est sono 2.742 le persone in isolamento domiciliare o perché contatto di caso noto o perché provenienti da altri Paesi.
Ci sono 8 ricoveri presso le malattie infettive dell’Ospedale San Donato di Arezzo.
L’identificazione dei casi ed il tracciamento dei contatti à stato possibile attraverso l’effettuazione di 2.077 tamponi.

ULTIM'ORA

Perseguita le alunne con frasi a sfondo sessuale: prof sospeso

“Atti persecutori” nei confronti di alcune studentesse di un istituto di istruzione superiore. Ad esercitarli un insegnante 65enne nei confronti del quale i carabinieri della Sezione operativa della compagnia di Agropoli, in provincia di Salerno, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della “sospensione dall’esercizio della professione di insegnante”.  L’ordinanza, spiega una nota a firma del procuratore Vincenzo Palumbo, è stata richiesta dalla procura ed emessa dal gip del Tribunale di Vallo della Lucania. Le indagini sull’insegnante sono state avviate dopo la denuncia delle vittime e hanno permesso ai carabinieri di “ricostruire gli eventi e raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei riguardi dell’indagato che avrebbe assunto comportamenti […]

More Articles Like This