venerdì, Marzo 1, 2024

Nuovi Guard rail sulla S.P. della Verna

I PIU' LETTI

La Provincia di Arezzo prosegue nell’installazione di nuove barriere di protezione laterali lungo la S.P. 208 della Verna, per garantire una maggiore sicurezza nei tratti di strada più pericolosi, soprattutto per gli amanti delle due ruote.

Silvia Chiassai Martini dichiara : “La sicurezza è un tema prioritario nelle mie scelte amministrative. Il passo dello Spino è meta continua di motociclisti e velocipedi, per questo a partire dallo scorso anno, stiamo portando avanti un progetto sperimentale di installazione di nuovi guard rail, con lo scopo di contenere e ridurre gli effetti degli incidenti dovuti a sbandamento.

Sono molti i tratti di strada dove abbiamo già installato le nuove barriere di protezione e stiamo proseguendo in questa direzione, con l’intento di utilizzare ogni strumento a nostra disposizione che possa realmente ridurre l’incidentalità adottando tutte quelle migliorie che consentono di aumentare il grado di sicurezza nelle strade, che vanno oltre gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Per la realizzazione di questo progetto, la Provincia sta provvedendo con risorse proprie pari ad euro 104.300 + iva; e partecipando al Bando per la sicurezza stradale e cercherà di integrare e ampliare i guard rail anche in altri tratti di strada ritenuti pericolosi. Questo intervento risulterà particolarmente importante anche per lo svolgimento in sicurezza del campionato italiano ed europeo di velocità di moto dello Spino che è ai traguardi di partenza proprio questo fine settimana.”

Nel caso specifico saranno installate delle barriere di protezione laterale in diversi tratti della S.P. n° 208 della Verna nel Comune di Pieve Santo Stefano. Successivamente il progetto riguarderà la S.P. 208 nel Comune di Chiusi della Verna e la S.P. n° 77 Tiberina nel Comune di Pieve Santo Stefano.

 

 

 

ULTIM'ORA

Unione dei Comuni Montani del Casentino, giustizia al fianco dei cittadini

Garantire la presenza sul territorio di punti di contatto e di accesso al sistema giudiziario. E’ questo l’obiettivo dell’ufficio di prossimità attivo dal 2019 presso l’Unione dei Comuni Montani del Casentino e diventato in 5 anni un servizio-giustizia di riferimento per tutto il territorio. Dai 5 accessi del 2019, l’ufficio è arrivato a sfiorare i 90 del 2023 con 61 atti depositati presso il Tribunale di Arezzo, la maggior parte di questi per nomina ADS, rendiconti annuali e atti di straordinaria amministrazione, come accettazione dell’eredità, vendita o acquisto di veicoli, smobilitazione di titoli a beneficio di minori. L’ufficio è aperto […]

More Articles Like This