A Bibbiena “Dovizi Estate – A teatro sotto le stelle”

Prende il via martedì 27 luglio la Stagione Teatrale estiva “DOVIZI ESTATE – A teatro sotto le stelle”, una nuova importante iniziativa ideata e curata da Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Comune di Bibbiena e NATA Teatro.

Sono quattro gli spettacoli in programma, che andranno in scena in uno spazio d’eccezione: il palco sotto le stelle nel cortile del Centro Italiano per la Fotografia d’Autore di Bibbiena.

Sarà Katia Beni ad inaugurare la stagione martedì 27 luglio alle ore 21.15 con “KATIA BENI SHOW”, prodotto da Start.Tip in collaborazione con Teatri d’Imbarco. Un entusiasmante assemblaggio di follia e comicità che cresce e cambia sera per sera grazie all’improvvisazione della protagonista e al continuo coinvolgimento del pubblico. Un “mini show” in cui si parla dei problemi quotidiani, un ritratto spietato e tenero dei comportamenti del genere umano: donne, uomini, giovani e vecchi visti attraverso i loro splendori e le loro miserie, uno spettacolo dove se ti lasci andare, il divertimento è assicurato.

Lunedì 2 agosto alle 21.15 andrà in scena “I MARZIANI AL MARE – dieci anni dopo”, scritto da Alberto Severi per la regia di Nicola Zavagli.

Lo spettacolo, prodotto dalla compagnia Teatri D’Imbarco, ci racconta delle smanie della villeggiatura di una coppia di lungo corso, Mara e Alvaro, alle prese con una vacanza da sogno. Siamo nell’estate del ’73 e tutto il nuovo viene da quella Londra dove vive la figlia: irrompono i Pink Floyd, David Bowie e c’è voglia di vivere un’ultima stagione di felicità nell’iperrealismo di un paesaggio di sabbia. In scena due magnifici interpreti, Beatrice Visibelli e Marco Natalucci, pronti a disegnare due personaggi sempre in bilico tra maschera comica e verità umana, risate e tenerezza, che amplificano il lato grottesco e tragicomico dei caratteri e delle vicende dei protagonisti.

Domenica 8 agosto alle 21.15 sarà la volta della compagnia Proscenio Teatro che porta a Bibbiena lo spettacolo “GOAL 1986” di Stefano Tosoni, con Lucio Matricardi e Stefano Tosoni. Un monologo che ci parla del calcio giocato a tredici anni nel campetto dei preti dietro la chiesa, per strada, nei parcheggi, e racconta il microcosmo dei campionati giovanili costellato di figure e personaggi tanto epici quanto comici. Uno spaccato di quella provincia italiana che ha sempre qualche storia poetica da raccontare, che sa come affascinarci, divertirci, commuoverci. È in questi campetti di provincia, disseminati ovunque nel nostro paese, che è possibile riscoprire il gioco più bello del mondo, quello in cui non è detto che il più forte debba vincere.

La programmazione si chiude giovedì 19 agosto per la Giornata Mondiale della Fotografia. Sul palco del CIFA alle 21.15 andrà in scena “GLI OCCHI DI VIVIAN MAIER (I’m a camera)” prodotto da Banda Osiris, diretto da Roberto Carlone e Caterina Cavallari.

Il fondatore della Banda Osiris racconta per la prima volta, in maniera inusuale e innovativa, con uno spettacolo che unisce racconto, videomapping, fotografia e musica, una storia carica di domande e di mistero. Quattro personaggi, molto diversi tra loro, interpretati da un solo attore-musicista: tutte persone lontane nel tempo che le fotografie di Vivian Maier hanno riallineato e agganciato al mondo. Uno spettacolo che è anche una mostra e una visita guidata nel mondo di Vivian Maier, ma soprattutto una dichiarazione d’amore verso la purezza di questa grande fotografa.